11 febbraio 2010

Zero vs X


Sono uguali, con la possibilità in più di regolare il float-in e float-out negli Zero!

Why should I choose X over Zero?


12 commenti:

spiedo ha detto...

I veri ciclisti usano gli X poi fai tu...

france ha detto...

lo zio usa gli X, dovrebbe bastare..

ZIO PIPPO ha detto...

Le tacchette non sono intrecambiabili
Se non come faccio a fregarti la bici senza dover cambiare i pedali

P. Tiger ha detto...

I veri ciclisti????? Perché noi siamo veri ciclisti?? Ma chi sono i veri ciclisti?

ZIO PIPPO ha detto...

I veri ciclisti sono i gentleman racer, ovvero noi
A parte Ghido che è un agonista spinto

ghido ha detto...

Certo! io vincerò le paraolimpiadi nel triathlon! Devo solo convicere il cane a nuotare e, soprattutto, a venire in bici...

Martino ha detto...

Dai Zio che una brugola del 6 la porto sempre con me per cambiare i pedali al volo...

gallinarandagia ha detto...

zio in che cosa questi pedali sono meglio degli shimano ?

Anonimo ha detto...

ottimi pedali martino. da vero racer!

lukegps

ghido ha detto...

ANTONINO!! che domande fai????? costano di più ergo SONO meglio

gallinarandagia ha detto...

.....capito ti ho !!

Carletto ha detto...

Sono i pedali più apprezzati da chi desidera avere un maggior contatto con il perno del pedale stesso, hanno lo spessore minore tra tutti i pedali sul mercato e la maggior superficie di contatto con l'apposita tacchetta, per questo motivo sono maggiormente apprezzati dai prof. Poi si narra di maggior penetrazione aerodinamica ma a pare un eccesso. Dalla loro parte anche il peso per chi non trascura anche questo particolare. I più esigenti scelgono o speedplay o time, i primi sono statunitensi gli altri francesi, usando il metodo di ragionamento di Ghido direi di lasciare i Time ai francesi, la scelta è quindi obbligata.